Chirurgia Orale

Servizi - Dentista Viterbo

  • Chirurgia Orale

    Chirurgia dei Tessuti e degli Ottavi

    Lo studio è attrezzato per eseguire importanti riabilitazioni estetiche e interventi chirurgici come estrazioni di denti inclusi (denti del giudizio) o disinclusioni ortodontico-chirurgiche (canini). Chirurgia dei Tessuti e degli Ottavi.

  • denti del giudizio viterbo
    I denti del giudizio
    Qual'è la loro funzione? Quando estrarli?

    I denti del giudizio (due superiori, due inferiori), detti anche ottavi, occupano la parte estrema delle arcate dentarie.

    Il nome (dens sapientae) è collegato all’età della loro comparsa, dalla tarda adolescenza in poi, fino a circa trentanni. In caso di ipodontia, i denti del giudizio potrebbero non emergere tutti e quattro, o al contrario potrebbero spuntare in numero maggiore (in questo caso si parla di iperdentia).

    I denti del giudizio rappresentano la nostra evoluzione

    La loro presenza è indice dell’evoluzione umana: in passato probabilmente erano indispensabili per la funzione masticatoria nel consumo di cibo non cotto e comunque non facile da triturare. Oggi sono superflui e la loro posizione spesso rappresenta un problema per la pulizia dentale, visto che di fatto non sono facilmente raggiungibili dallo spazzolino.

    Non sempre la fuoriuscita dei denti è completa ed è piuttosto comune che un dente del giudizio rimanga incluso, cioè coperto dalla gengiva, o semincluso, qualora sia coperto in parte. Questo può verificarsi se non trova lo spazio per erompere; la conseguenza è che l’asse della crescita non si orienta nel modo corretto (disodontiasi). Sulla lastra dell’ortopanoramica i denti possono risultare inclinati o addirittura orizzontali.

    La posizione scorretta crea una pressione sui denti adiacenti provocando lezioni all’interno delle guance e alla lingua; inoltre si possono formare carie, ascessi, cisti, pericoronite e quindi si avverte dolore, a volte molto intenso. Il fastidio può irradiarsi fino all’orecchio e i linfonodi possono gonfiarsi. In queste condizioni è necessaria l’estrazione che può essere effettuata in anestesia locale e presenta diversi gradi di difficoltà a seconda del posizionamento del dente rispetto all’asse degli altri denti.

    L'estrazione

    In genere i denti superiori sono più facilmente operabili e in molti casi non è necessario neppure suturare alla fine. Di fatto possono essere estratti come gli altri denti, anche se il dente è parzialmente incluso. Altrimenti si procede con lo scollamento di un lembo di gengiva per arrivare al dente e la ferita verrà chiusa con dei punti. Tutto si svolge in anestesia, pertanto non si avvertirà alcun dolore.

    Dopo l’estrazione è normale avere gonfiori e sanguinamenti moderati per alcune ore. Per tamponare si può usare una garza o un fazzoletto di cotone inumidito. L’alimentazione dovrà prevedere solo cibi a temperatura ambiente e occorrerà evitare bevande irritanti, caffè, alcol e tabacco.

    L’estetica del viso, a parte qualche piccolo gonfiore postoperatorio, non cambia assolutamente e anzi la sensazione sarà di avere una bocca più libera perché non ci sarà più lo stesso carico di pressione sugli altri denti.

    Una pulizia più difficile

    In caso di denti sani, e in assenza di qualsiasi dolore, non è necessario rimuovere i denti del giudizio. Alcuni ritengono che debbano essere estirpati per evitare l’affollamento dentale. In realtà la causa dell’accavallamento è da rintracciare nel ritardo nella crescita della mandibola.

    E’ vero invece che per una perfetta pulizia del cavo orale i denti del giudizio costituiscono un problema: pezzetti di cibo vi rimangono frequentemente attaccati, con conseguente proliferazione batterica. Fastidi passeggeri possono essere attenuati grazie a risciacqui con colluttori; tuttavia, se il problema persiste, è meglio rivolgersi a un dentista. Paziente e professionista potranno valutare insieme la necessità di un’estrazione dopo aver visualizzato le opportune radiografie.

Dott.ssa Roberta Araceli
Dentista Viterbo (VT)

Info

Dott.ssa Roberta Araceli
studioassociatoaraceli@virgilio.it

PI: 01956000564


AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

Declino Responsabilità - Privacy e cookies

© 2017. «powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

dentisti italia network